Un viaggio a piedi tra due culture

Un viaggio a piedi tra due culture

di Gian Paolo Margonari

L'Andreas Hofer Weg, il sentiero percorso dal capopopolo tirolese, Andreas Hofer, in occasione del suo primo viaggio lontano da casa, amato dai trentini per il suo carisma, per la sua capacità di trasmissione di messaggi semplici, ma convincenti, la sua condivisione della realtà "popolana" nel bicentenario dalla morte, consente di dare spazio all'immaginazione tra passato, presente e futuro.

Il tratturo è in parte abbandonato, altrove s'innesta su percorsi noti e registrati nelle guide turistiche; in pochissimi casi è stato assorbito dalla rete della viabilità principale.

Risente talora della morsa del grande traffico assordante, del processo di urbanizzazione e antropizzazione del territorio sia nella parte del Sudtirolo che trentina. Ad ogni piè sospinto ci si rende conto del radicale cambiamento degli insediamenti abitativi e produttivi. Il confine fra le due realtà linguistiche, italiana e tedesca, esiste, eccome, ma per certi versi la linea di separazione culturale appare più rarefatta per i molti elementi condizionanti, subculturali.